Posted on

Gli adempimenti HACCP

Gli adempimenti di autocontrollo alimentare per chi procedure o distribuisce alimenti sono regolati dal sistema HACCP, indispensabile e obbligatorio per tutte le attività che trattano alimenti.

Obblighi di formazione – ISCRIVITI GRATIS AI CORSI ON LINE HACCP
Il corso HACCP rappresenta un obbligo di legge per tutti coloro che hanno un contatto diretto o indiretto con cibi e bevande. Tutti i dipendenti che lavorano all’interno di bar, mense, pizzerie-ristoranti ecc, e manipolano alimenti, sono tenuti a frequentare un Corso di addetto alla manipolazione alimenti di almeno 6 ore.

Secondo la recente normativa, anche il personale non qualificato, che non manipola alimenti è soggetto all’obbligo di formazione, in sostituzione dell’ex libretto sanitario.

All’interno di un azienda che manipola alimenti vige anche l’obbligo di nominare un responsabile della gestione delle procedure di autocontrollo (il titolare stesso potrà assumerne il ruolo o in alternativa potrà nominare un dipendente), con il compito di controllare le operazioni legate alla manipolazione degli alimenti e bevande. Il responsabile HACCP è soggetto all’obbligo di formazione di almeno 20 ore, disponibile in aula.

Documentazione – GUARDA I MANUALI HACCP GIA’ PRONTI
La normativa sulla sicurezza e l’igiene degli alimenti prevede l’obbligo per il lavoro di dotarsi di un Manuale per l’autocontrollo alimentare. Il Manuale HACCP, consono per ogni tipo di attività, dovrà essere redatto dal titolare dell’azienda – responsabile HACCP, avvalendosi di una consulenza professionale.

Sanzioni
L’operatore del settore alimentare che non predispone di un sistema di autocontrollo HACCP (mancata formazione del personale che manipola alimenti, del responsabile alimentare, la redazione del manuale HACCP ecc) è soggetto a sanzioni amministrative pecuniarie. Il titolare dell’azienda che non rispetta i requisiti generali in materia di igiene può essere punito con la sanzione amministrativa da euro 500 a euro 1000. L’operatore alimentare che non predispone procedure di autocontrollo basate sui principi HACCP è soggetto a sanzioni che vanno da un minimo 1000 euro a un massimo di 6000 euro.

Posted on

Cosa fare per essere in regola con la sicurezza del lavoro

Per essere in regola, i principali adempimenti che devono rispettare tutti i datori di lavoro esercenti qualsiasi tipo di attività (ad eccezione di particolari casi) sono i seguenti:

  1. redigere il DVR o documento di valutazione dei rischi. Il DVR è quel documento in cui sono elencati tutti i rischi per la salute e la sicurezza presenti in azienda e le relative misure di prevenzione e protezione poste in essere; 1) Vedi la sezione software per realizzare in maniera autonoma il DVR. – 2) Vedi i modelli di documento valutazione dei rischi già pronti
  2. redigere il Piano Operativo Sicurezza (POS) se sei un artigiano/impresa edile/impiantistica – Vedi il software per realizzare da solo illimitati POS

  3. nominare il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (R.S.P.P.). L’RSPP è quel soggetto che si occuperà di coordinare tutte le attività riguardanti la tutela della salute e della sicurezza in azienda;
    Nomina RSPP

  4. nominare il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS).  Verbale_elezione_RLS
    L’RLS è la persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro; Vedi il corso on line gratuito per RLS 4/8 ore

  5. nominare gli addetti alla gestione delle emergenze antincendio e primo soccorso. Nomina_addetti_Primo soccorso –  Nomina_addetti_antincendio

  6. A questi soggetti saranno erogati appositi corsi di formazione – Vedi i corsi on line gratuiti antincendio e primo soccorso;

  7. erogare un corso di formazione a tutti i lavoratori il cui programma varia in base ai rischi realmente presenti in azienda – vedi corso on line gratuito

  8. nominare il medico competente, che effettuerà le visite mediche preventive e periodiche ai lavoratori;

  9. infine, se necessario, procedere con la consegna dei dispositivi di protezione individuali, ad es. guanti, elmetti e scarpe, i quali permettono di ridurre i danni che i dipendenti potrebbero subire sui luoghi di lavoro.
Posted on

Cosa deve fare la singola azienda per essere a norma con la privacy europea?

Vediamo quali sono le tappe per realizzare gli obblighi di legge inerenti la privacy secondo il Reg Ue 2016/679

1) realizzare il check-up di autovalutazione conformità per evidenziare gli aspetti non conformi al Reg. Ue 2016/679.

2) individuare e catalogare i trattamenti dati realizzati in azienda.

3) realizzare la valutazione rischi impatti dei trattamenti

4) realizzare  le informative e la modulistica – Vedi Kit documentazione GDPR (28 moduli/informative già pronti in formato MS Word)

5) realizzare la formazione del Titolare trattamenti dati, Responsabile e incaricati trattamenti dati – Vedi corso on line